Blog

Come organizzare gli spazi della casa

Consigli su come organizzare gli spazi della casa?

Ammettiamolo, casa piccola o grande siamo alla continua ricerca di comodità e funzionalità, e ci troviamo spesso a rivalutare gli spazi disponibili. Tutti vorrebbero che si materializzasse Mary Poppins e ordinasse con un tocco magico le nostre stanze rendendole più efficienti.

A volte però basta seguire dei semplici consigli per riuscire ad ottimizzare spazi che fino a ieri erano un tabù.

Inserire o no una scrivania per lo studio all’interno della cameretta dei nostri bambini, oppure come distribuire gli spazi della tua cucina scegliendo un modello che esalti quello che è a tutti gli effetti il centro multi-funzionale di una abitazione, e ancora come dovremmo arredare il nostro ingresso per renderlo gradevole e funzionale? 

Ecco per voi amiche e amici dei semplici e veloci suggerimenti su come arredare questi tre ambienti.

Come ottimizzare l’ingresso 


L’ingresso è la prima zona che viene mostrata entrando in casa che, oltre ad avere un impatto importante per i nostri ospiti, deve essere considerato anche in un’ottica di salvaguardia dello spazio. Tra le tante soluzioni che possiamo prendere in considerazione ecco quelle più funzionali.

Una panca con più ripiani da ingresso ideale per contenere scarpe, zaini e borse, e se non si ha abbastanza spazio si potrebbe optare per una scaffalatura capace di contenere in maniera ordinata tantissimi oggetti. In ultimo bisogna considerare l’utilizzo di un specchio che dia luminosità e renda più ampia la stanza, e non dimentichiamoci dell’ appendiabito!

La cucina, una scelta non semplice!


Forse è la stanza più utilizzata di tutta la casa, e per questo, ogni sforzo deve essere indirizzato a renderla quanto più funzionale possibile. Oltre a cucinare i pasti, o fare deliziosi spuntini, questo ambiente deve essere concepito anche per risultare accogliente e, nel limite delle misure della stanza, poter ospitare anche degli amici. Partendo dalla concezione del triangolo di lavoro che vede l’impiego ottimizzato dei tre elementi di base, ovvero piano cottura, lavello e frigorifero, con una cucina componibile possiamo calcolare di inserire il lavello al centro, se pensiamo di utilizzare una sola parete di almeno 3 metri di lunghezza, soluzione perfetta per ambienti stretti e piccoli, oppure, nel caso avessimo a disposizione maggior spazio, possiamo considerare l’impiego di due pareti contrapposte con piano cottura e lavello da un lato e frigorifero dall’altra parte o addirittura una cucina ad isola che possa contenere anche il piano cottura con la relativa cappa, una soluzione ideale per chi vuole cucinare e allo stesso tempo tenere una conversazione piacevole con gli ospiti o familiari nell’attesa di consumare il pasto.

La camera dei ragazzi


Qual è la stanza più difficile da arredare? Ebbene si, scegliere la cameretta più giusta risulta essere un’impresa non proprio facile e non solo perché dobbiamo venire incontro ai gusti dei nostri bimbi, ma anche perché dobbiamo considerare l’enorme spazio che dovrà servire per poter contenere tutti i libri, giocattoli, vestiti e oggetti vari. Inoltre, dobbiamo scegliere anche in base alla sicurezza dei materiali di cui la cameretta dei ragazzi è composta, un aspetto fondamentale da tenere in mente. 

Per contenere gli spazi, scegliamo quindi armadi molto alti e che siano suddivisi al loro interno con mensole in più scomparti e cassetti per organizzare l’abbigliamento o accessori.

Se inseriamo un angolo studio e rischiamo di sottrarre troppo spazio utile ai giochi dei bambini, possiamo volgere l’attenzione su una cameretta a ponte con letti contenitore, una composizione salvaspazio notevole.  

Un’altra buona idea è il divano letto che ben si presta per momenti spensierati in compagnia degli amici!